venerdì 8 marzo 2013

Quote of the week! (#13)

Quote of the week!

Riporterò in questa rubrica settimanale del venerdì una citazione random di libri che ho letto o sto leggendo!



"Potter" disse Piton d'un tratto. "Che cosa ottengo se verso della radice di asfodelo in polvere dentro un infuso di artemisia?"
Radice in polvere di che cosa, in un infuso di che cosa? Harry lanciò un'occhiata a Ron, che appariva altrettanto sconcertato; invece Hermione era già lì con la mano alzata.
"Non lo so, signore" disse Harry.
Le labbra di Piton si incresparono in un ghigno.
"Bene, bene.. é chiaro che la fama non è tutto".
Ignorò la mano alzata di Hermione.
"Proviamo ancora. Potter, dove guarderesti se ti dicessi di trovarmi una pietra Bezoar?" [...]
"E... Potter, qual è la differenza tra l'Aconitum napellus e l'Aconitum lycoctonum?"
"Per tua norma e regola, Potter, asfodelo e artemisia insieme fanno una pozione soporifera talmente potente da andare sotto il nome di Distillato della Morte Vivente. Un bezoar è una pietra che si trova nella pancia delle capre e che salva da molti veleni. Per quanto riguarda l'Aconitum napellus e lìAconitum lycoctonum, sono la stessa pianta, nota anche con il semplice nome di aconito. Be'? Perché non prendete appunti?"

Harry Potter e la pietra filosofale


A CUI SEGUE, NECESSARIAMENTE:
"Ecco qua" continuò Lumacorno, e porse ai ragazzi due bicchieri d'idromele prima di levare il suo. "Be' buonissimo compleanno, Ralph..."
"... Ron..." sussurrò Harry.
Ma Ron, che sembrava non aver sentito il brindisi, aveva già bevuto.
Ci fu un secondo, appena un battito cardiaco, nel quale Harry capì che c'era qualcosa che non andava, qualcosa di terribile, e Lumacorno evidentemente no.
"...e cento di questi.."
"RON!"
Ron aveva lasciato cadere il bicchiere; si alzò a metà dalla poltrona e poi si afflosciò, con le braccia e le gambe che sussultavano incontrollabili. Aveva la schiuma alla bocca e gli occhi fuori dalle orbite.
"Professore!" urlò Harry. "Faccia qualcosa!"
Ma Lumacorno sembrava paralizzato dallo spavento. Ron si contorceva e soffocava; la sua pelle stava diventando blu.
"Cosa.. ma..." farfugliò Lumacorno.
Harry balzò oltre un basso tavolino e corse alla cassetta da pozioni di Lumacorno, estrasse barattoli e sacchetti, mentre i terribili rantoli di Rom riempivano la stanza. Poi la trovò: la pietra simile a un rene raggrinzito che Lumacorno gli aveva preso a pozioni.
Si precipitò di nuovo accanto a Ron, gli spalancò la bocca e gli ficcò in gola il bezoar. Ron fu scosso da un geande brivido, inspirò con un suono rasposo e il suo corpo divenne molle e immobile.

Harry Potter e il principe mezzosangue


Solo la Rowling :'))

4 commenti:

  1. Harry mi anca..è un mondo da cui non uscirei mai..ma ci sono altri mondi che attendono.una rilettura..l'ennesima..prima o poi gliela darò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io devo leggere il V della mia ri-ri-ri-rilettura.. Mi sa che è quasi arrivato il momento!!! :))

      Elimina
  2. Aaaah.... *sospiro*
    Mi hai fatto venire voglia di rileggerli! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sììì! E' contagiosa la cosa!!! :DD

      Elimina